Viaggi > PROGRAMMI

Mese di riferimento: Gennaio 2020

Durata:

 
Tour Myanmar Classico
l’incanto dell’ASIA
21/29 gennaio 2020  (09 giorni)
 
Un Paese affascinante da pochi anni aperto al turismo dove il tempo si è fermato.
Un tuffo nel medioevo fra Templi affascinanti e popolazioni che vivono sempre a contatto con gli elementi della natura. Un’esperienza unica, da non perdere, dove il tempo scorre lento.
Mirko Vi accompagnerà in questo bellissimo viaggio…..
 
1° Giorno martedì 21 gennaio ITALIA - YANGON: Raduno dei Partecipanti e trasferimento in Pullman GT all’aeroporto internazionale di Milano Malpensa. Pratiche doganali e partenza con volo ITC Neos delle ore 18,00 per Yangon, l’antica Rangoon ed ex capitale della Birmania.
Pasti e pernottamento a bordo.
 
2° giorno YANGON: Prima colazione in volo. Arrivo ore 13,30 circa, incontro con la guida e trasferimento in hotel. Pomeriggio panoramica dei vari quartieri di Yangon con sosta alla Pagoda Shwedagon, il simbolo del paese, interamente ricoperta di lamine d’oro con la punta tempestata di diamanti e pietre preziose. Cena e pernottamento.
 
3° giorno YANGON – LAGO INLE: Dopo la prima colazione trasferimento in aeroporto e partenza per Heho. Arrivo sul lago Inle, bellissimo lago a 900 mt di altezza, ed inizio delle visite nella zona più famosa e caratteristica del Paese. Sistemazione in hotel, pranzo, pomeriggio navigazione sul lago a bordo di lance a motore. In questo lago unico al mondo vivono gli intha, esercitando la loro attività di pescatori con nasse e reti, stando in piedi sulle piccole imbarcazioni e remando con una gamba. Visita delle sponde del lago con i villaggi Intha, osservando i pescatori, i famosi orti e i giardini galleggianti,il monastero detto “dei gatti che saltano” , un mondo irreale e fantastico ci aspetta in questo angolo dove il tempo si è fermato…. Cena e pernottamento.
 
4° giorno LAGO INLE: Pensione completa. Partenza in motolancia per la visita delle colline di Inthein, sul lago. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo che circondano l’antico monastero, che si raggiunge in barca, e dopo una breve camminata di circa 15 minuti. Visita nel pomeriggio della Pagoda di Phaung Daw U e sosta al villaggio della tessitura di Impawkhone.
Rientro al tramonto, pernottamento.
 
5° giorno LAGO INLE – MANDALAY: Prima colazione e partenza per Mandalay. Visita di Amarapura, antica capitale sulla costa orientale del fiume Irrawaddy. Si visita il più grande monastero del Paese, il Mahagandhayon, che ospita 1000 monaci. Lì accanto visita del famoso vecchio ponte pedonale, il più lungo al mondo 1,2 km, tutto in legno di tek. Si prosegue con le colline di Sagaing e un monastero dove si lavora l’argento in modo tradizionale. Infine visita della pagoda Mahamuni con la statua del Buddha ricoperta d’oro proveniente da Mrauk U. Pranzo in ristorante, cena in hotel. Pernottamento.
 
6° giorno MANDALAY – BAGAN: Dopo la prima colazione visita di Mandalay, antica Capitale e centro culturale del paese. Partenza per il villaggio di Mingun e visita di Pahtodawgyi, della Mingun bell e dell’incantevole Pagoda Shinbume. Visita di Inwa. Percorrendo le strade sterrate a bordo di un calesse si potranno ammirare il Monastero di Bagaya, costruito in teak e sopravissuto a guerre e devastazioni e il Me Nu Oak-Kyaung, Monastero di mattoni. Partenza per Bagan e visita di Sagaing con pranzo in ristorante. Visita alla Pagoda di Khuthodaw, il “più grande libro del mondo” e al Monastero di Shwenandaw, costruito interamente in legno teak e finemente intarsiato e proseguimento per Bagan. Cena e pernottamento in hotel.
 
7° giorno BAGAN: Prima colazione e intera giornata di visita alla zona archeologica di Bagan, una delle meraviglie del mondo, patrimonio culturale mondiale: visita del coloratissimo mercato di Nyaung Oo, di alcuni Templi più rappresentativi di Bagan la splendida Shwezigon Pagoda, il cui stupa fu il prototipo per tutte le altre pagode del paese, il tempio in stile indiano Mon di Gubyaukgyi, il Manuha Temple dedicato al re prigioniero, il Tempio di Nanpaya con le incisioni in pietra. Pranzo in ristorante. Sosta fotografica al Tempio di Dhammayangyl ed al termine tramonto panoramico sulla piana: una vista indimenticabile. Cena e pernottamento.
 
8° giorno: BAGAN – YANGON: Prima colazione e trasferimento in aeroporto. Volo per Yangon ed all’arrivo visita alla Pagoda Chaukhtatgyl e pranzo in ristorante. Pomeriggio dedicato al caratteristico shopping con la visita del mercato coperto di Bo Gyoke Aung San, con oltre 2000 negozi di artigianato e souvenir. Cena e pernottamento.
 
9° giorno YANGON – ITALIA: Dopo la prima colazione visita panoramica di Yangon con sosta alla Pagoda di Sule. Possiamo ammirare gli splendidi edifici coloniali in stile vittoriano ed edoardiano. Al termine trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo speciale per Milano Malpensa delle ore 15,00. Pasti a bordo ed arrivo previsto per le ore 21,20 locali.
Disbrigo pratiche doganali e trasferimento alle sedi con Pullman GT. Fine dei servizi.
 
 QUOTA  DI  PARTECIPAZIONE    € 1690
 
 La quota include:
  • Viaggio aereo Milano/Yangon/Milano con volo speciale NEOS
  • Voli interni Yangon/Heho e Bagan/Yangon
  • Sistemazione in hotels 5 stelle in camere doppie c.s.
  • Trattamento di pensione completa  
  • Visite ed escursioni come da programma con ingressi inclusi
  • Guida locale in italiano
  • Assicurazione individuale medico/bagaglio
  • Accompagnatore esperto dall’Italia (al raggiungimento di 35 pax)
 La quota non include:
  • Mance, bevande, extra in genere e tutto quanto non previsto
  • Facchinaggi negli hotels
  • Supplemento singola    350
  • Tasse aeroportuali     € 150
  • Supplemento visto   € 50
Riduzione 3°/4° letto bambino 02/12 anni          30%
 Pullman Li/Pi – Milano Malpensa A/R              € 70
 
 I DOCUMENTI E LE FORMALITA' DOGANALI     È richiesto il passaporto individuale con almeno 6 mesi di validità dalla data di partenza e due pagine libere. Il visto viene rilasciato dall’Ambasciata di Roma e le procedure richiedono almeno 3 settimane.                                                                                                                                                     Ci vogliono 3 fotografie, due appositi moduli compilati, la fotocopia di un documento d’identità diverso dal passaporto.
Il visto turistico ha una validità massima di 28 giorni.
Rimane sospeso - a tempo indeterminato - l’ottenimento del rilascio del visto all’arrivo nel Paese.
È obbligatorio dichiarare, all’entrata ed all’uscita dal Paese, qualsiasi valuta straniera il cui ammontare superi il valore di 2.000 Dollari USA. E’ illegale l’esportazione di oggetti di culto, di antiquariato e frammenti di monumenti. Si raccomanda di evitare di raccogliere frammenti di monumenti che apparentemente giacciono incustoditi. I controlli doganali sono particolarmente attenti e severi. L’acquisto di pietre preziose, gioielli e oggetti di valore, a solo scopo personale, deve essere effettuato esclusivamente presso negozi autorizzati (generalmente governativi), i quali sono tenuti a rilasciarne ricevuta, necessaria all’esportazione.                                                                                                        L’esportazione illegale di pietre preziose è sanzionata con pene detentive.
Viaggi all'estero di minori - dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale.
IL FUSO ORARIO - Lancette avanti di 5 ore e trenta minuti durante l’orario solare, di 4 ore e trenta minuti invece quando in Italia è in vigore l’ora legale.
IL CLIMA - In Myanmar ci sono tre stagioni ben distinte. L’estate va da giugno a ottobre con clima caldo umido e piogge monsoniche, l’inverno va da novembre a marzo con clima secco e fresco, senza dubbio il periodo migliore per visitare il paese. Infine la primavera da aprile a giugno registra caldo torrido con temperature fino a 40°C.
L'ABBIGLIAMENTO - L’abbigliamento deve essere comodo e pratico, leggero, senza dimenticare qualche capo più pesante, a seconda dei luoghi visitati e delle stagioni, un impermeabile leggero e dei sandali. È doveroso rispettare le usanze locali in fatto di vestiario, soprattutto nei siti religiosi: non sono graditi pantaloncini corti e canottiere. Nei templi è obbligatorio andare a piedi nudi (senza calze). Munirsi di repellente per zanzare.
LA LINGUA UFFICIALE - È il birmano che ha una sua scrittura ed un suo alfabeto. L’inglese è abbastanza diffuso nelle classi medio-alte della popolazione ed è comunque la lingua straniera più diffusa.
LA MONETA - La moneta ufficiale è il Kyat.Le banconote sono divise in 13 diversi tagli da 1 a 500 kyat, alcuni dei quali particolarmente inusuali come 35, 45, 75, 90. Il cambio ufficiale, in continuo mutamento: 1 euro =1.1550 (giugno 2019) Le carte di credito autorizzate sono Mastercard, Visa, Visa Electron, Maestro, Cirrus. Non è invece ancora consentito: a) incassare "travellers cheques"; b) avvalersi di trasferimenti valutari internazionali. Si consiglia comunque ai viaggiatori di arrivare in Myanmar con sufficiente valuta in contanti, euro o dollari USA( In questo caso, assicuratevi che siano banconote "nuove" con la testa di Franklin grande), quelle "vecchie" (con la testa di Franklin piccola), rovinate, scritte, sporche o anche solo con un taglietto, non sono accettate.)                                                                                                                             Gli uffici cambio sono stati recentemente aperti nelle principali località turistiche.
L'ELETTRICITA' - La corrente elettrica è a 230 V con una frequenza di 50 Hz, con frequenti oscillazioni di voltaggio specie la sera. Si trovano prese sia con spinotti rotondi che di tipo inglese (3 fori) per cui è utile avere con sè un adattatore.

IL TELEFONO - Il prefisso internazionale per il Myanmar è lo 0095 seguito dall’ indicativo della città e dal numero dell’abbonato. Difficili e costose le comunicazioni internazionali. I cellulari  GSM funzionano solo nelle grandi città. All’arrivo in aeroporto, il telefono cellulare dovrà essere tenuto spento in tasca e non va dichiarato alla dogana.

I TRASPORTI - I mezzi di trasporto pubblici urbani (inclusi i taxi) sono obsoleti ed in cattivo stato di manutenzione. Nell’uso dei taxi è bene stabilire chiaramente con i tassisti la destinazione ed il prezzo. Lo stato della limitata rete stradale all’interno del paese è in cattive condizioni e peggiora durante la stagione delle piogge. I veicoli sono generalmente privi di assicurazione. Il rifornimento di carburante all’interno del Paese può risultare difficile. Sulle strade statali non è assicurata l’assistenza per emergenze. La rete ferroviaria birmana non è elettrificata ed il servizio non è comparabile con quello delle ferrovie occidentali.
LE VACCINAZIONI - Nessuna obbligatoria. Maggiori informazioni possono anche essere reperite presso la propria ASL o consultando il sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it. È sempre consigliabile consumare acqua e bibite non ghiacciate e solo da contenitori sigillati, non mangiare verdura cruda e frutta senza buccia, e l’osservanza delle elementari regole di igiene. È indispensabile munirsi di disinfettanti intestinali, compresse antinfluenzali ed antibiotici.
 LO SHOPPING - Buone occasioni e bella varietà di prodotti artigianali. Da segnalare i tessuti, le lacche, gli oggetti in bambù. Siate molto cauti nell’acquisto di pietre preziose e custodite la ricevuta attestante l’acquisto nei negozi autorizzati dal governo. Giade, rubini, zaffiri e smeraldi sono estratti in abbondanza.

LE FOTO E I VIDEO - È vietato fotografare postazioni militari ed aeroporti, così come è meglio evitare di fotografare la gente che prega ed i monaci. Si suggerisce rispetto e sensibilità nel fotografare le persone: è consigliabile sempre chiedere prima il loro permesso, per evitare possibili discussioni.                                   È consigliabile acquistare tutto il materiale fotografico in Italia.
LE MANCE - Solo alcuni alberghi aggiungono alle tariffe il 10% per il servizio quindi le mance sono un modo tangibile per ringraziare chi ha reso il servizio con cortesia e disponibilità. Come sempre sono molto apprezzate. Ricordiamo che pochi kyat sono davvero importanti. Durante i tour consigliamo di dare 3 / 4 euro al giorno per la guida e 2 euro al giorno per l’autista

LA CUCINA - Presenta un interessante mescolanza di piatti di influenza bamar, mon, cinese e indiana, di solito speziati e dal gusto piccante. Il riso è l’elemento fondamentale di ogni pasto birmano, insieme al curry (hin), a base di pesce, pollo, gamberi e montone. Le verdure cucinate in padella o bollite, a seconda dei casi, rappresentano un contorno delicato e nutriente .Molto diffuse sono le zuppe di lenticchie e di zucca verde. Grande varietà di frutta tropicale e, in stagione sono squisite le fragole.
LE GUIDE - La guida di lingua italiana Vi accompagnerà durante l’intero itinerario.
LE TASSE D'IMBARCO - La tassa aeroportuale di uscita dal paese è inclusa nel biglietto aereo. Al momento non sono richieste tasse locali agli imbarchi dei voli nazionali. Le normative possono però subire variazioni senza preavviso

SERVIZI EXTRA - Servizi e strutture che siano considerati dal cliente come requisito essenziale per l'effettuazione del proprio viaggio, dovranno essere richieste per iscritto all'atto della prenotazione e confermate dall'organizzatore del viaggio. In mancanza non verranno accolte eventuali contestazioni.

E ricordate ….. andate in un Paese meraviglioso dove la vita scorre lenta ed i ritmi sono quelli di una volta. A volte ci possono essere piccoli disagi,quindi imperativo è “non arrabbiarsi” ma prenderla con filosofia….
 
viaggi